CONCORSONE

Concorsone della “Buona Scuola” che doveva stabilizzare gli insegnanti: oltre la metà di loro in Toscana non è riuscita a passare lo scritto (oltre 2mila persone). Docenti preparatissimi, che però dalle notizie che arrivano, risultano in gran parte respinti. Viene da pensare che si voglia impedire ai precari di arrivare al posto fisso. La conseguenza è paradossale: si arriverà al 15 settembre con posti vacanti che saranno coperti con supplenze proprio dai docenti respinti dal Concorsone e che fino a metà luglio hanno garantito il funzionamento ordinario della scuola pubblica (esami di stato). Flc Cgil Toscana ha scritto ai docenti universitari che hanno curato l'abilitazione dei docenti precari affinché segnalino (alla mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) l'adeguatezza o meno delle procedure concorsuali adottate dal ministero. L’iniziativa sta ricevendo attenzione, numerose le risposte già arrivate che dichiarano la disponibilità ad aprire un confronto sul tema. (art. 97 della tanto vituperata costituzione). Informiamo inoltre che la correzione dei risultati degli scritti delle prove concorso Infanzia e Primaria non è ancora iniziata…
http://www.flc-toscana.it/joomla/index.php?option=com_content&view=article&id=1034:lettera-aperta-ai-docenti-universitari-coinvolti-nei-tfa-e-pas-degli-atenei-toscani&catid=23&Itemid=404